Collana: Lessico e cultura
IL CLASSICO NEL TERZO MILLENNIO
L'insegnamento del latino e del greco antico in Italia e in Europa fra Scuola e Università
anno2019
pagine192
formato15x21
ISBN978-88-7820-494-2
prezzo€ 18.00

Collana Lessico e Cultura -12

Se l’impegno di tutelare il paesaggio e il patrimonio artistico della Nazione, sancito dall’articolo 9 della Costituzione, costituisce un dovere per tutti i cittadini italiani, esso diventa un imperativo categorico per tutti quegli operatori che ruotano intorno ai licei classici e alle facoltà umanistiche.

Essi, infatti, non sono chiamati solo a difendere il patrimonio culturale esterno, fatto di siti archeologici, monumenti, musei e biblioteche, ma soprattutto quello interno, «fluido ed astratto, e per certi versi più prezioso di quello visibile e tangibile», come scrive Maurizio Bettini nel volume “A che servono i Greci e i Romani?”.

Ed è proprio contro questo patrimonio interno, il cui valore non può essere quanti cato in euro né in un riscontro economico derivato dai proventi del turismo che si è accanito recentemente una sorta di contrasto subdolo e invidioso che tenta di accantonare progressivamente una formazione de nita ora inutile ora elitaria, con l’intento non più tanto celato di decretarne la ne per consunzione, coincidente con la chiusura delle iscrizioni ai licei classici.

La volontà dei docenti e del dirigente scolastico del glorioso Liceo “G. La Farina” di dare vita ad un convegno internazionale che sviscerasse da una parte le ragioni della crisi e proponesse, dall’altra, i modi della rinascita è stata determinante nella organizzazione di un evento riuscito ed apprezzato non solo dagli addetti ai lavori che hanno affollato nelle giornate del 28 e 29 novembre 2014 la sala grande della Camera di Commercio di Messina, ma da tutti quei cittadini messinesi che hanno a cuore le sorti del Liceo classico e, insieme ad esso, quelle della nostra forza culturale e interna che ci differenzia dagli altri paesi, connota la nostra identità nazionale, continuando a farci sperare in un futuro migliore.

Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Giuseppa Prestipino